iten

The contribution of coseismic deformation to Holocene relative sea level change: new data from the coastal areas of North-eastern Sicily and Southern Calabria

281 download

Collocazione:
Il Quaternario Italian Journal of Quaternary Sciences, 24 - Extended abstract, 41-43
Autore/i:
Carmelo MONACO, Fabrizio ANTONIOLI, Luigi FERRANTI, Cecilia Rita SPAMPINATO & Giovanni SCICCHITANO
Abstract:

A new geomorphologic survey has been carried out along coastal sectors of southern Calabria (Capo dell’Armi) andnorth-eastern Sicily (Capo Milazzo e Capo Schisò), Here, the occurrence of raised Holocene shorelines has beenconfirmed. In order to reconstruct the history of vertical deformation of the analyzed areas, the elevation of all themorphologic, biological and archaeological palaeo-sea level markers has been measured. These data, accompanied byabsolute and archaeological dating, allowed us to assess a contribution of coseismic deformation, related to activefaulting, to Holocene relative sea level change.

Una nuova campagna di rilevamento è stata eseguita lungo settori costieri della Calabria meridionale (Capo dell’Armi)e della Sicilia nord-orientale (Capo Milazzo e Capo Schisò), dove è stata confermata la presenza di linee di costaoloceniche sollevate. Al fine di ricostruire la storia della deformazione verticale delle aree analizzate, sono statemisurate le quote di tutti gli indicatori morfologici, biologici e archeologici del paleo- livello del mare. I dati ottenuti,accompagnati da datazioni assolute e archeologiche, hanno consentito di accertare un contributo di deformazionecosismica,correlato ad attività di faglie, alla variazione relativa del mare durante l’Olocene.

SCImago Journal & Country Rank