iten

Ricostruzione del paleoalveo del Fiume Serchio (Lucca, Italia) tramite rilievi Lidar, foto aeree ed immagini Quick Bird

3917 download

Collocazione:
Il Quaternario Italian Journal of Quaternary Sciences, 19(2), 2006, 299-310
Autore/i:
R. SALVINI, E. GUASTALDI, N. COSCINI & N. DEL SEPPIA
Abstract:

In questo lavoro è stata effettuata un’analisi paleomorfologica dell’alveo del Fiume Serchio partendo da evidenze geomorfologiche attuali e dati storici. A tal fine sono state utilizzate foto aeree di epoche diverse, ortofoto, immagini satellitari Quick Bird integrate con dati storici biblio-cartografici. L’ortocorrezione geometrica di tutte le immagini è stata effettuata grazie ad un modello digitale del terreno elaborato dalla topografia alla scala 1:10000, dai rilievi topografici disponibili (livellazioni e DGPS, ovvero Differential Global Positioning System) e dal rilevo LIDAR (Light Detection And Ranging) effettuato nel Febbraio/Marzo 2005. Attraverso l’interpretazione di tutti i dati, sono stati ricostruiti a grande scala gli antichi percorsi fluviali nell’area della pianura lucchese. Il lavoro è stato condotto in ambiente GIS (Geographic Information System) allo scopo di integrare le informazioni deducibili da dati diversi e rendere evidenti le variazioni spaziali e temporali dell’alveo, con la produzione di una cartografia tematica dedicata. Il rilievo aereo LIDAR ha permesso di generare un DDTM (Digital Dense Terrain Model) con passo 1m con il quale sono state effettuate elaborazioni tridimensionali che hanno permesso di evidenziare le aree depresse della pianura lucchese, coincidenti con i vecchi tratti fluviali e con i meandri abbandonati del Fiume Serchio.

In this work the palaeodrainage reconstruction of Serchio River has been performed, starting from present and historical geomorphological evidences. For this, aerial photos, orthophotos, Quick Bird satellite imageries, integrated with historical references have been utilized.
The orthorectification of all the imageries have been performed by utilizing a DEM (Digital Elevation Model) resulting from the elaboration of numeric topography at a scale of 1:10,000, topographic surveys (DGPS and levelling), and LIDAR aerial survey done in February and March 2005.
By the remote sensing data interpretation, the palaeodrainage channels of Serchio River have been reconstructed at a large scale for the whole area of Lucca plain. Through a GIS the whole dataset have been managed as geo-database, in order to highlight the spatial and temporal variations of palaeodrainage of Serchio River, producing thematic cartography.
LIDAR survey allowed us to generate a DDTM, 1m of spatial resolution, which has been utilized for three-dimensional elaborations, carried out in order to highlight the lowered areas in the Lucca plain, which correspond to the palaeodrainage of Serchio River.

Abstract (PDF)

SCImago Journal & Country Rank