iten

Evidenze morfologiche di tettonica recente sul margine orientale della Maiella (Appennino centrale)

1090 download

Collocazione:
Il Quaternario Italian Journal of Quaternary Sciences, 17(1), 2004, 3-9
Autore/i:
Ugo SAURO & Dario ZAMPIERI
Abstract:

La montagna della Maiella è una delle massime elevazioni dell’Appennino centrale e la sua grande scarpata orientale è una delle formetettoniche più spettacolari di tutta la catena. La scarpata è modellata sul fianco di una piega anticlinale, espressione di una sottostantefaglia inversa facente parte del sistema neogenico di sovrascorrimenti a vergenza adriatica. L’alto strutturale della Maiella deriva tuttaviain parte anche dalla fisiografia dell’avanfossa, in quanto prima della fase di raccorciamento era un horst delimitato da faglie normaliantitetiche.In prossimità dello sbocco a valle del grandioso canyon del Vallone di S. Spirito che incide la Maiella, esiste un fenomeno di sbarramentointerpretabile come la conseguenza dell’espulsione verticale di un cuneo tettonico in prossimità della base della scarpata. Inrelazione ai caratteri della stretta forra che ha inciso lateralmente la "diga in roccia", è possibile ipotizzare che l’evento tettonico che hadeterminato l’espulsione del cuneo sia riferibile a un momento relativamente recente, anche se difficile da definire con precisione, delPleistocene. Pertanto la morfostruttura della Maiella non avrebbe cessato la sua attività nel Pliocene superiore, come sostenuto dallaletteratura geologica, ma sarebbe stata attiva anche nel Quaternario.

The Maiella mountain is one of the highest elevations of the Central Apennines. Its huge eastern scarp is also one of the most spectaculartectonic landforms of the belt. The escarpment represents the forelimb of a thrust-related anticline belonging to the NeogeneAdriatic-verging thrust system. Nevertheless, the Maiella structural high partly results from the shortening of a pre-orogenic horst boundedby antithetic normal faults.In the lower segment of the Vallone di S. Spirito, one of the main canyons which cuts in the scarp, it is possible to recognize a dammingevent caused by the extrusion of a tectonic wedge. On the base of the characters of the narrow gorge engraved in the natural dam, therelated tectonic episode is referable to a relatively recent moment, even if not easy to be precisely defined, of the Pleistocene. Thus, itis possible to infer that the Maiella morphostructure has not ceased its activity in the Upper Pliocene, as reported in the geological literature,but has been active also during the Quaternary.

pagine: pp. 3-9
Abstract (PDF)

SCImago Journal & Country Rank