iten

Le oscillazioni del ghiacciaio del Calderone (Gran Sasso d'Italia, Abruzzo - Italia centrale) e le variazioni climatiche degli ultimi 3000 anni

345 download

Collocazione:
Il Quaternario Italian Journal of Quaternary Sciences, 15(2), 2002, 149-154
Autore/i:
Carlo GIRAUDI
Abstract:

I detriti di origine glaciale conservati appena a valle della soglia del circo del Ghiacciaio del Calderone, sono stati inquadrati dal punto divista cronologico grazie alla datazione di suoli ad essi intercalati e sovrapposti. Le date indicano quattro espansioni glaciali: la prima successiva a 2650±60 anni radiocarbonio BP, la seconda compresa tra 1450±40 e 670±40 anni BP, la terza successiva a 670±40 anni BP, l'ultima databile al XIX secolo.Le espansioni del Ghiacciaio del Calderone possono essere correlate con fasi di avanzata dei ghiacciai alpini.Per cercare di individuare con maggiore precisione i periodi favorevoli all'espansione glaciale e per ridurre, quindi, l'incertezza delle datazioni, si é fatto ricorso all'esame delle variazioni di livello dei laghi Fucino e Trasimeno; questi, in base alla letteratura, aumentavano di livello in sintonia con le fasi di avanzata glaciale.Dal confronto si deduce che la prima espansione glaciale (Calderone 2) sarebbe databile al periodo compreso tra VII e II÷III secolo BC,la seconda (Calderone 3a) sarebbe databile ad un periodo compreso tra i secoli VII e X AD, la terza (Calderone 3b) sarebbe databile tra il XVI e parte del XIX secolo AD, l'ultima (Calderone 3c) dovrebbe risalire al XIX secolo AD.Di conseguenza dovettero verificarsi fasi di riscaldamento climatico che produssero contrazioni dei ghiacciai tra il III÷II secolo BC ed ilVI secolo AD, tra il X e il XIII secolo AD ed alla fine del XIX secolo AD.In base alle differenze di limite nivale, la temperatura media annuale nel corso delle fasi di massima avanzata glaciale doveva essere inferiore all'attuale di almeno 1,1° ÷ 0,8°C.

The variations of the Calderone Glacier (Gran Sasso d'Italia, Abruzzo, Central Italy) and the climatic oscillations during the last 3000years. The age of the debris of glacial origin, lying just downvalley of the threshold of the cirque of the Calderone Glacier, has been obtained dating interbedded soils by means of radiocarbon analysis. The datings point out four glacial expansions: the first, following2650±60 years BP, the second bracketed between 1450±40 and 670±40 years BP, the third following 670±40 years BP, the last datable to the XIX century.The expansions of the Calderone Glacier can be correlated to the advances of the alpine glaciers.In order to try to date with greater precision the periods favourable to expandig glacier and to reduce the uncertainty of the datings, the variations of the Fucino and Trasimeno lakes have been considered; these lakes, according to previous works, increased in level during the glacial advances. The comparison between lake and glacial data indicates that the first glacial advance (stage Calderone 2) occurred during the period between the VII and the II÷III century BC, the second (stage Calderone 3a) between the VII and X century AD, thethird (stage Calderone 3b) between the XVI and part of the XIX century AD, the last (stage Calderone 3c) during the XIX century AD.As a consequence, one can assume that some climatic warmings took place producing glacial retreat between III÷II BC and VII century AD, X and XIII century AD, and at the end of the XIX century AD.Based on the differences in the equilibrium line altitude, the mean yearly temperature during the periods of maximum glacial advance must have been lower than the present one of, at least, 1,1° ÷ 0,8°C.

Abstract (PDF)

SCImago Journal & Country Rank