Shape reconstruction of the Pleistocene/Holocene unconformity in the Grosseto alluvial plain (Tuscany, Italy)

229 download

Collocazione:
Il Quaternario Italian Journal of Quaternary Sciences, 17(2/2), 2004, 443-451
Autore/i:
Giacomo BISERNI, Henk J.A. BERENDSEN & Fabio SANDRELLI
Abstract:

One hundred two boreholes were drilled in Grosseto alluvial plain (Tuscany, Italy). Coring evidence shows a sharp lithological change that is interpreted as a Pleistocene/Holocene unconformity. This suggests the presence of a paleovalley that was eroded by the Ombrone river during the last glacial interval. Radiocarbon samples and surface’s geometry of lithological changes corroborate this explanation.

La pianura di Grosseto, all’interno della quale scorrono il Fiume Bruna e Ombrone, si estende per circa 370 Km2 ed è delimitata dai rilievi di Castiglione della Pescaia a Nord-Est, dalle colline di Grosseto ad Est e dai Monti dell’Uccellina a Sud (Fig.1). Bravetti & Pranzini (1987), Innocenti & Pranzini (1993), Stea (1995), Bellotti et al., (1999), Bellotti et al., (2001) e Carboni et al., (2002) ricostruiscono la lenta evoluzione di questa pianura durante il Quaternario. La caduta del livello marino, venutosi a verificare durante l’ultimo glaciale (Stadio 5e), determinò un abbassamento del livello di base di circa 120 m. I Fiumi Ombrone e Bruna scavarono due paleovalli nelle precedenti alluvioni presso i lati della pianura attuale, lasciando in rilievo la parte mediana. La successiva trasgressione versiliana trasformò le due valli in insenature marine in seguito colmate, con velocità diverse dai due fiumi.
In questo lavoro, mediante una serie (circa 100) di microperforazioni manuali e alcune perforazioni profonde, viene ricostruito l’andamento di una unconformity all’interno della pianura alluvionale grossetana, interpretata, grazie a datazioni radiometriche, come pleistocenica-olocenica. La sua forma suggerisce la presenza di una paleovalle erosa dal Fiume Ombrone durante l’ultima glaciazione.

Abstract (PDF)